In primo piano

03/02/2017

Se già a 6 anni le bambine pensano di essere meno intelligenti dei bambini...


La distribuzione di uomini e donne nelle varie discipline accademiche sembra essere influenzata da diverse percezioni della propria intelligenza. Secondo lo studio di Lin Bian, Sarah-Jane Leslie e Andrei Cimpian, i cui risultati si possono leggere sul penultimo numero della rivista Science, all’età di sei anni le bambine americane sono meno propense dei bambini a pensare di essere brillanti e intuitive e già a questa età le femmine cominciano a evitare quelle attività che si ritengono essere adatte ai bambini più smart. Le differenze di genere in tema di intelligenza, quindi, si sedimentano prestissimo e non c’è da stupirsi che si ripercuotano poi sugli interessi che bambini e bambine sviluppano fin da piccoli.

 

Lin Bian, Sarah-Jane Leslie, Andrei Cimpian, «Gender stereotypes about intellectual ability emerge early and influence children’s interests», Science, vol. 355, Issue 6323, pp. 389-391, 27 gennaio, 2017

girl-kids-training-school-159782