In primo piano

22/08/2017

I-cut: l'app contro le mutilazioni genitali femminili


Si chiama I-cut l’app sviluppata da un team di cinque ragazze keniane con l’obiettivo di mettere la parola fine alla pratica della circoncisione femminile, ancora molto diffusa in Africa. Attraverso cinque pulsanti (aiuto, salvataggio, report, informazioni, donazione e feedback) l’applicazione «fornisce assistenza alle ragazze a rischio (mettendole in contatto con centri specializzati) e fornisce assistenza legale e medica a coloro che hanno subito questa dolorosa e inutile pratica tradizionale».

Le «restauratrici», così si definiscono queste ragazze, hanno inoltre partecipato a Technovation, evento che si è tenuto nei giorni scorsi nella sede di Google in California per premiare «l’innovazione che aiuta ad affrontare e a risolvere i problemi più sentiti delle comunità locali». 

 

«I-cut, dal Kenya una App per combattere la mutilazioni genitali femminili», africarivista.it, 26 luglio 2017

mutilazioni_genitali_femminili_bl-662x400