In primo piano

Questo il nome del progetto, e del sito, nato all'universit Ca’ Foscari di Venezia insieme alla Commissione Pari Opportunit della Regione Veneto. Lo scopo quello di aprire le porte delle tecnologie informatiche alle donne, mostrando come questo percorso di studi porti verso nuove professioni nei settori pi disparati. L'informatica ha bisogno delle donne e delle loro qualit:capacit di lavorare in team, problem solving, multitasking, creativit, mediazione, fiducia. E il progetto Informatica sar leisi propone di promuovere e diffondere iniziative, regionali e nazionali, per la ...
unive
Anche quest'anno,al Politecnico di Milano, si terr la serie di workshop#leragazzepossono per sensibilizzare le ragazze all’importanza della scelta di un percorso, di studio e di vita, tecnico e scientifico. Durante gli incontri saranno presenti donne impegnate in ruoli chiave nel mondo del lavoro e della societ civile. Sul sito tutti i dettagli e gli appuntamenti.
le ragazze possono
Protagonista a Palazzo Festari (Valdagno) sar questa sera Ada Lovelace (1815-1852) che, all’inizio dell’Ottocento, invent il primo algoritmo diventando di fatto lafirst-programmerinformatica della storia. Una First che una volta tanto si possa davvero proclamare una Lady: il pap della Lovelace era infatti Lord Byron. E a parlarne sar una donna: Nicoletta De Francesco, ordinario di Sistemi per l’elaborazione dell’informazione presso il Dipartimento di Ingegneria della Informazione: Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni dell’Universit di Pisa. 15 ...
ada lovelace
Nelle discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) sono ancora gli uomini a farla da padrone.Se si considerano solo i neolaureati in queste materie, in Italia le donne costituiscono il 47,9 per cento;peggio ancora in facolt come informatica, dove le donne sono solo il 24 per cento, o ingegneria, con il 21,7 per cento. A tenere le ragazze lontane da questo mondo contribusce una serie di pregiudizi che le indica come "non portate" e che, come in una profezia che si autoavvera, finisce per scoraggiarle e indirizzarle automaticamente altrove. I pregiudizi continuano anche dopo, ...
startup-photos-large
La ricerca “Digital gender gap: valorizzare il talento femminile nel settore tecnologico”, condotta da NetConsulting cube per CA Technologies e Fondazione Sodalitas e presentata nel convegno “Donne al cuore dell’innovazione digitale” l'8 marzo 2016, mostra una situazione di assoluta disparit negli ambiti STEM: nel 70 per cento delle aziende interpellate la quota di donne che attualmente ricopre ruoli tecnico-scientifici inferiore al 25 per cento del totale degli addetti impiegati in questi ambiti. Secondo Rossella Macinante di NetConsulting, "servono percorsi formativi ...
donnetech
In occasione dell’8 marzo, Microsoft ha realizzato uno spot per celebrare le inventrici donne. A un gruppo di bambine viene chiesto di elencare nomi di inventori: Benjamin Franklin, Albert Einstein, Thomas Edison, Nikola Tesla, Alexander Graham Bell sono le risposte. Ma alla domanda “potete fare i nomi di alcune inventrici donne?”, le bambine appaiono totalmente spaesate: “A scuola abbiamo studiato solo inventori maschi. Me ne sono appena resa conto”. Eppure sono molte le donne a cui si devono invenzioni di non poco conto: Martha Coston ha inventato i segnali di fuoco, ...
Yvonne Brill
Redooc.com una piattaforma dedicata alle materie scientifiche, in particolar modo alla matematica, nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, che cerca di proporre un nuovo modo di imparare e insegnare questa materia, attraverso un linguaggio diversificato e divertente (video, esercizi gamificati, classifiche ecc…). Quest’anno Redooc lancia il primo Math Hackathon for Girls a livello nazionale, rivolto a tutte le studentesse delle scuole secondarie di secondo grado, al fine di stimolare la consapevolezza delle proprie capacit e combattere gli stereotipi di genere sulla ...
Math Hackathon
Sandi MacPherson si chiesta: All’interno dei grandi eventi sulla tech industry organizzati nella BAY Area, qual la percentuale delle donne tra i relatori?. Prendendo in considerazione 25 conferenze, tenute da startup, incubatori e grandi aziende di tecnologia, la media delle donne si aggira intorno al 25% (nell’articolo linkato sotto trovate i risultati specifici per singolo evento). Quindi, come si fa a trovare donne brillanti che facciano da relatrici?. Sandi MacPherson, fondatrice di uno startup e fan delle piccole azioni che producono grandi risultati, ha avuto questa ...
Sandy MacPherson tweet