Fonti

13/07/2016

Diversity a tutto tondo: dalle persone ai prodotti


La gestione della diversità è senz’altro un fattore critico per il successo delle aziende e per il futuro della tecnologia in generale. Diversity, però, non significa solo assumere più donne e persone di categorie minoritarie e garantire loro la giusta rappresentanza: significa anche concepire e sviluppare prodotti, piattaforme e servizi per tutti gli utenti, ovvero inclusivi, superando pregiudizi e agendo con lungimiranza, al di là del genere, dell’etnia, della posizione geografica ecc.

Come fare? Ecco cinque passi per iniziare, suggeriti dalla dottoressa Anna Lauren Hoffmann:

1. riconoscere la propria soggettività e quella degli altri;

2. aprire le porte all’ambiguità;

3. creare con un tocco umano;

4. rispettare e ripagare il tempo che ciascuno dedica al proprio lavoro;

5. praticare l’umiltà.

 

Anna Lauren Hoffmann, «Tech’s Other Diversity Problem: Inclusive Product Design», Women2.0, 30 giugno 2016

coffee-cup-mug-desk