Fonti

01/08/2016

Scarsa fiducia nelle capacità matematiche: e le ragazze abbandonano le STEM


Uno studio pubblicato recentemente negli USA sembrerebbe dimostrare che all’origine del comportamento di molte ragazze, ovvero quello di non proseguire nello studio delle materie STEM, ci sarebbe una mancanza di fiducia nelle proprie capacità matematiche, e non la mancanza delle capacità stesse.

Confrontando studenti di college e università con lo stesso background e le stesse esperienze, infatti, è emerso che le ragazze smettono di studiare Analisi matematica I (prerequisito per lo studio delle discipline STEM) in media 1,5 volte più dei ragazzi, scegliendo in questo modo di lasciare il mondo STEM.

La ragione data dal 35% delle ragazze intervistate è la convinzione di non capire i concetti del corso abbastanza bene da passare ad Analisi matematica II. I ricercatori sostengono che maschi e femmine perdono fiducia allo stesso modo durante il corso, ma le ragazze hanno in partenza un livello di fiducia minore. Perciò, concludono i ricercatori, la decisione di smettere di studiare matematica, e quindi le STEM in generale, sarebbe influenzata in modo significativo dalla fiducia nelle capacità matematiche al momento dell’iscrizione al college.

Quale potrebbe essere la soluzione? Molti educatori propongono un metodo di insegnamento più attivo, che incoraggi gli studenti a partecipare attraverso classi più piccole, lavori di gruppo, risoluzione di problemi in aula, feedback immediati, al fine di migliorare le performance e la fiducia degli studenti.

 

Maggie Kuo, «Low math confidence discourages female students from pursuing STEM disciplines», Science, 22 luglio 2016

plos report