Persone e Storie

30/11/2016

Francesca Dominici, genio della biostatistica ad Harvard: i pregiudizi di genere sono ovunque


«Numerical detective»: è il soprannome con cui è stata ribattezzata Francesca Dominici, l’italiana 47enne che ormai vive e lavora negli Stati Uniti da ventuno anni, dove si occupa, attraverso lo studio e l’integrazione di numerosi dati, di ricercare gli inquinanti che danneggiano la nostra salute.

Arrivata alla Duke con una borsa di studio dall’Università di Padova, dove era dottoranda, ha poi lavorato alla John Hopkins per poi approdare all’Università di Harvard, dove insegna biostatistica, ed è oggi annoverata tra l’1% dei ricercatori più citati nella sua disciplina in tutto il mondo.

In Italia probabilmente tutto questo non sarebbe stato possibile, anche se, sottolinea Francesca, le discriminazioni che bisogna affrontare in quanto donna della scienza esistono ovunque: nel suo dipartimento dal 2009 non hanno assunto nemmeno una donna. Ma Francesca non ci sta, vuole un futuro diverso per sua figlia, ed è per questo che si dedica ampiamente alle politiche di parità nell’accademia.

 

Elena Tebano, "Francesca, l’italiana genio di Harvard «Con la matematica salvo l’ambiente»", Corriere della Sera, 27 novembre 2016

francesca dominici