Persone e Storie

18/09/2017

Le donne e la programmazione: da protagoniste a escluse


Non è la prima volta che sentiamo affermazioni come quella dell’ingegnere James Damore, licenziato da Google per aver sostenuto che le differenze genetiche renderebbero le donne meno adatte a ruoli di responsabilità nell’industria del tech.

Non è ovviamente questa la ragione della scarsa presenza femminile nella Silicon Valley. Anzi, come si legge in un articolo di Stephen Mihm per Bloomberg, gli inizi della rivoluzione del computer videro come protagoniste proprie le donne, ritenute più pazienti e attente ai dettagli. Solo successivamente gli uomini presero il sopravvento trasformando il settore della programmazione in quel mondo pieno di pregiudizi che ancora oggi, purtroppo, sussistono.

 

Gianluca Mercuri, «Quando le donne dominavano la programmazione dei computer (e come ne furono cacciate)», la 27esima Ora (Corriere della Sera), 22 agosto 2017

The Computer Girls_Cosmopolitan