Recensioni

E se, parlando di gender equality, ribaltassimo la prospettiva? Se invece di «più donne ai vertici» cominciassimo ad agire in modo da attrarre più donne «alla base della piramide»? È questa la domanda che si pone e ci pone Giulia Lanfredi nel suo articolo pubblicato su Bossy, dove il libro di Nicola Palmarini Le infiltrate. Ragazze e tecnologia, stereotipi e opportunità diventa lo spunto per parlare della questione «donne e STEM». Le statistiche, lo sappiamo, non sono confortanti e i luoghi comuni stentano a morire: «le donne non sono portate» o «alle ragazze non piacciono le materie ...
cover infiltrate
«Se oggi le cose non vanno tanto bene, allora perché non proviamo a permettere alle donne – non dico a loro da sole, ma forse in una partecipazione più diretta alle questioni della tecnologia – di dire le cose in maniera più incisiva? Sono sicuro che, se si desse più ascolto alle donne, tra dieci anni qualche cosa sarebbe davvero diverso e migliore.» Con queste parole Nicola Palmarini, autore del libro Le infiltrate. Ragazze e tecnologia, stereotipi e opportunità, conclude l'intervista pubblicata oggi sul quotidiano La Provincia di Como, dove parla di donne e tecnologia e di come ...
recensione Provincia di Como2
Valeria Cagnina ha 15 anni: con il suo robot nel 2014 è diventata la più giovane digital champion italiana. Di lei si parla anche nel libro Le infiltrate di Nicola Palmarini, nel capitolo «Il tempo delle infiltrate». L'autore l'ha incontrata insieme alla sua famiglia da Champs, un ristorante appena fuori dal Mariott in Kendall Square, Cambridge, Massachusetts: «Valeria non ha ancora una coscienza precisa delle lotte di molte prima di lei, eppure ha capito benissimo che quello di cui ha passione non è così comune o scontato tra le sue pari. Di una cosa però è certa: non ha paura. Di ...
valeria_cagnina
«Se si pensa che si tratti semplicemente di un libro sulla tecnologia, si è in errore. In realtà ci si trova molto di più: sociologia, antropologia, pedagogia, critica ai modelli economici e di sviluppo che ci hanno portato fin qua, alle soglie di quella Quarta Rivoluzione Industriale ipotizzata nel libro che forse potrebbe davvero introdurre qualche modello più equo e mai sperimentato prima.Vi si trova una rara capacità di comprendere, nella duplice accezione di capire - dinamiche, errori, modelli, rischi, opportunità - e di includere – e cioè la necessità e l’utilità sociale di ...
cover infiltrate
«Una lettura distratta del sottotitolo può indurre a pensare che si tratti di un libro specialistico o riservato alle addette ai lavori (chi si occupa di tecnologia). In realtà, Palmarini ci invita ad osservare la società digitale di cui facciamo parte attraverso una prospettiva completamente nuova, e a immaginare un mondo in cui ci fossero più donne dietro le tecnologie con cui abbiamo quotidianamente a che fare. Per avvicinarsi a questo mondo, però, vanno rivisti e ripensati modelli educativi e culturali che inconsapevolmente pervadono la nostra esistenza di donne e di uomini nelle varie ...
cover infiltrate
«Quante ragazze conoscete che lavorano nel mondo dell’informatica, sia hardware che software? Probabilmente si contano nelle dita di una mano. Addirittura a me non ne viene in mente neanche una!», queste le parole di Antonio Nicoletti su Lo Zibaldone economico, blog di Economia, Cultura e Cittadinanza, che recensisce l’ultimo libro di Nicola Palmarini Le infiltrate. Ragazze e tecnologia, stereotipi e opportunità. Nicoletti sottolinea come, dando per scontato che tutti siamo d’accordo sul garantire pari opportunità a uomini e donne, la presenza di donne faccia bene alle imprese, «non ...
zibaldone economico
Su affaritaliani.it si parla del libro e del progetto Le infiltrate di Nicola Palmarini. Leggete l'articolo:   «“Donne, studiate ingegneria. E infiltratevi nella società 2.0”», affaritaliani.it, 14 maggio 2016
logo-affaritaliani
Qui l’articolo apparso su il Cittadino dopo l’incontro con Nicola Palmarini al Festival Generare Futuro di Lodi per presentare il suo ultimo libro Le infiltrate. Ragazze e tecnologia, stereotipi e opportunità.   «“le infiltrate”: nuove tecnologie e mancata parità tra uomo e donna», il Cittadino, 6 maggio 2016
logo_il cittadino_cultura
«Le infiltrate di Nicola Palmarini […] abbatte pregiudizi, tabù e stereotipi. Da un certo punto di vista incrina anche certi “miti”, come quello della Silicon Valley e dei suoi grandi innovatori, da Steve Jobs a Mark Zuckerberg.» Queste le parole di Emanuele Bellato su Il Popolo Veneto a proposito del libro di Nicola Palmarini, un libro «utile anche per quei genitori diffidenti verso percorsi di studi considerati prerogativa maschile». Le ragazze devono credere in sé stesse, senza porsi quei limiti che i modelli culturali di dominio maschile hanno tramandato nei secoli per generazioni. ...
lovelace
Sul Giornale di Vicenza di oggi Nicoletta Martelletto scrive: «Teorico del cambiamento "che è già dentro di noi", l’autore spinge la riflessione e maneggia con agilità una mole notevole di testimonianze e inchieste che dimostrano – scandalosamente negli avanzati Stati Uniti – la quota minoritaria di presenze femminili nella tecnoquota della quarta rivoluzione industriale.» Ma arrendersi non è la soluzione: «In uno studio inglese del 1989 (British journal of guidanceand counseling) le undicenni aspiravano a diventare nell’ordine insegnanti, infermiere, assistenti di volo, ...
Presentazione Palmarini  valdagno