Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 39

I dati elaborati nel 2014 dall’OCSE attraverso l’ultima indagine PISA (Programme for International Student Assessment) e sintetizzati nel documento Are boys and girls equally prepared for life?, evidenziano come, nella maggior parte dei Paesi, a fronte di una migliore performance delle femmine nelle competenze di lettura (con uno scarto quantificabile in un anno di scuola), i maschi ottengano ...
Le tecnologie digitali si sono rapidamente diffuse nel mondo. Altrettanto rapidamente è però aumentato il divario fra le regioni del pianeta. Per ottenere il massimo dalla rivoluzione digitale è necessario non solo colmare queste distanze, ma anche adattare al nuovo contesto le competenze dei lavoratori. E se il digital divide sembra non diminuire, c’è da scommettere ...
Women and the Web. Bridging the Internet gap and creating new global opportunities in low and middle-income countries è il titolo del report elaborato da Dalberg-Intel nel 2012, che si spinge a stimare gli effetti che sortirebbe l’aumento del numero di donne e ragazze online in termini di crescita del PIL nei Paesi in via di sviluppo. Comprendere questo tipo di differenze – sia ...
Con questa premessa, il sito del World Economic Forum isola dal dibattito che ha animato il Forum di Davos del gennaio 2016 otto affermazioni (provocazioni?) «di punta» in tema di parità di genere. «8 top quotes on gender parity from Davos 2016»
In alcuni corsi scientifici del MIT oltre la metà degli studenti sono ragazze. Ma solo il 3% delle start-up tecnologiche sono guidate da donne e solo i, 5% degli spin-off del MIT hanno come fondatore, consulente o direttore una donna. Una constatazione che sorprende la stessa Sangeeta N. Bhatia, direttore del Laboratory for Multiscale Regenerative Technologies al MIT di Boston, insignita nel ...
La ricerca “Digital gender gap: valorizzare il talento femminile nel settore tecnologico”, condotta da NetConsulting cube per CA Technologies e Fondazione Sodalitas e presentata nel convegno “Donne al cuore dell’innovazione digitale” l'8 marzo 2016, mostra una situazione di assoluta disparità negli ambiti STEM: nel 70 per cento delle aziende interpellate la quota ...
Nelle discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) sono ancora gli uomini a farla da padrone. Se si considerano solo i neolaureati in queste materie, in Italia le donne costituiscono il 47,9 per cento; peggio ancora in facoltà come informatica, dove le donne sono solo il 24 per cento, o ingegneria, con il 21,7 per cento. A tenere le ragazze lontane da questo mondo ...
Immatricolazioni in aumento nel sistema universitario italiano. Nell'anno accademico 2015-2016 gli immatricolati sono complessivamente 271.119, 6.000 in più rispetto allo scorso anno. Si registra dunque un +2% di immatricolazioni che diventa +3% se si guarda solo ai nuovi iscritti nel sistema di età non superiore ai 19 anni. In tutte le aree si evidenzia una maggior presenza delle ...
Secondo uno studio pubblicato su Science, il gender gap universitario per cui le le donne, rispetto agli uomini, sono sottorappresentate nelle discipline scientifiche e matematiche sarebbe dovuto anche al fatto che in questi campi, a differenze di altri che sembrano richiedere più empatia e duro lavoro, si considerino necessarie caratteristiche come l'essere brillanti ...
Secondo uno studio dell’OCSE del 2015 (The ABC of Gender Equality in Education. Aptitude, Behaviour, Confidence), le ragazze non hanno fiducia nelle proprie abilità di risolvere problemi matematici e scientifici e ottengono risultati peggiori di quelli che potrebbero raggiungere, nonostante, in generale, superino i compagni maschi per impegno e attitudine positiva a scuola. Lo studio ...