Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 92

Girls and Women in STEM   Che cos’è È il programma di Intel per ispirare e fornire gli strumenti a ragazze e donne affinché possano avere un ruolo nel futuro della tecnologia. Si tratta di azioni dirette o di sostegno ad altri programmi o movimenti (Girls who Code, Girls Rising).   Perchè è utile Perché fornisce dei programmi concreti a cui ...
Maria Klawe sta cercando di cambiare le cose: matematica e computer scientist nominata rettore dell’Harvey Mudd College (il più piccolo del gruppo dei Claremont Colleges, in California) nel 2006, la sua missione è stata fin da subito quella di ridurre la sottorappresentanza delle donne nel campo della computer science, a partire proprio dal suo college. «La maggior parte ...
Micol Alzani, Stella Chistol, Manuel Dendena e Giulia Redemagni sono le quattro vincitrici della fase regionale delle Olimpiadi di problem solving. Dopo essersi allenate nella loro scuola primaria di Chieve, dove si sono dimostrate le più abili, e aver superato con successo la seconda tappa, ora le aspetta la sfida finale a livello nazionale, che si svolgerà il 23 aprile a ...
Annalisa Buffa è la prima donna a vicenre l'ICIAM Collatz Prize (2015), ovvero il premio che viene consegnato dall'International Council for Industrial and Applied Mathematics agli scienziati sotto i 42 anni impegnati nel campo della matematica industriale e applicata. La sua ricerca si focalizza sui metodi numerici per le equazioni parziali differenziali, con una particolare attenzione ...
Reshma Saujani, CEO e fondatrice di Girls who code, società che mira a far acquisire alle ragazze competenze in materia di programmazione, riducendo il gender gap presente nei settori delle tecnologie, insiste sull'importanza di insegnare a ogni giovane donna a essere coraggiosa: è necessario uscire dalla logica di perfezione che la società odierna impone al mondo femminile, ...
Emma Watson sarà sulla copertina di aprile di Esquire: si tratta di un'edizione speciale sul tema della gender equality. L'attrice, infatti, è ambasciatrice della campagna HeForShe, che sta promuovendo il nuovo progetto IMPACT 10X10X10 con lo scopo di coinvolgere i governi, le società e le università in un'azione di legittimazione del potere e dell'uguaglianza ...
Cosa accadrebbe se, nell’educazione dei figli, ci concentrassimo sulle capacità, invece che sul genere? Che cosa accadrebbe se, nell’educazione dei figli, ci concentrassimo sull’interesse, invece che sul genere? […] Io vorrei che tutti cominciassimo a sognare e progettare un mondo diverso. Un mondo più giusto. Un mondo di uomini e donne più felici e più ...
Il progetto congiunto Ue/Usa Gendered Innovations in Science, Health & Medicine, and Engineering sfrutta il potere dell’analisi di genere nel campo della ricerca per renderla più efficace, meno costosa e più creativa. Considerare la dimensione di genere può aggiungere valore alla ricerca e spingerla verso nuove direzioni. La scienza non può più permettersi ...
«Il 70% della popolazione mondiale vive nei Paesi in via di sviluppo, ma solo il 20% degli scienziati al mondo proviene da queste nazioni. Un gap che è importante colmare», a partire anche, e forse soprattutto, dalle donne. L’Icpt, l’Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics di Trieste, promuove la scienza nei Paesi in via di sviluppo accogliendo ogni ...
Le ragazze hanno superato i ragazzi in un test nazionale proposto nel 2014 dal governo federale degli Stati Uniti per verificare il livello di alfabetizzazione degli studenti in materia di tecnologia e ingegneria. I risultati sono stati resi disponibili in questi giorni: il test del NAEP (National Assessment of Educational Progress) era stato costruito per misurare le abilità degli studenti ...