Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 179

La mancanza di diversity nella Silicon Valley non è affatto una novità. Eppure non sembrano esserci stati grandi cambiamenti negli ultimi anni. Per questo motivo un gruppo di donne di spicco della tech industry ha deciso di agire in prima persona promuovendo una nuova iniziativa chiamata Project Include allo scopo di raccogliere e condividere dati, ricerche e consigli per aiutare ad accrescere la ...
Secondo uno studio dell’OCSE del 2015 (The ABC of Gender Equality in Education. Aptitude, Behaviour, Confidence), le ragazze non hanno fiducia nelle proprie abilità di risolvere problemi matematici e scientifici e ottengono risultati peggiori di quelli che potrebbero raggiungere, nonostante, in generale, superino i compagni maschi per impegno e attitudine positiva a scuola. Lo studio suggerisce ...
Sul Corriere della Sera si parla dell'incontro della Bocconi Alumni Association a Boston. L'argomento sarà l'innovazione al femminile, con esempi di successo come quello di Natalia Bergamaschi, manager di Google a New York, e di Laura Indolfi, fondatrice e ceo di una start up a Boston per la cura dei tumori. Saranno presenti anche Myriam Mariani, professoressa della Bocconi attualmente in visita ...
Perché ci sono ancora così poche donne nel mondo delle imprese tecnologiche? È questa la domanda da cui è partito il chapter di Boston della Bocconi Alumni Association per organizzare Woman@lnnovation, panel di discussione sull’empowerment femminile nelle imprese del settore tecnologico che si terrà il 18 maggio al Goodwin Procter Conference Center di Boston. Tra i relatori sarà presente ...
Sul Giornale di Vicenza di oggi Nicoletta Martelletto scrive: «Teorico del cambiamento "che è già dentro di noi", l’autore spinge la riflessione e maneggia con agilità una mole notevole di testimonianze e inchieste che dimostrano – scandalosamente negli avanzati Stati Uniti – la quota minoritaria di presenze femminili nella tecnoquota della quarta rivoluzione industriale.» Ma ...
Qui l’articolo apparso su il Cittadino dopo l’incontro con Nicola Palmarini al Festival Generare Futuro di Lodi per presentare il suo ultimo libro Le infiltrate. Ragazze e tecnologia, stereotipi e opportunità.   «“le infiltrate”: nuove tecnologie e mancata parità tra uomo e donna», il Cittadino, 6 maggio 2016
«Le infiltrate di Nicola Palmarini […] abbatte pregiudizi, tabù e stereotipi. Da un certo punto di vista incrina anche certi “miti”, come quello della Silicon Valley e dei suoi grandi innovatori, da Steve Jobs a Mark Zuckerberg.» Queste le parole di Emanuele Bellato su Il Popolo Veneto a proposito del libro di Nicola Palmarini, un libro «utile anche per quei genitori diffidenti verso percorsi ...
Il progetto congiunto Ue/Usa Gendered Innovations in Science, Health & Medicine, and Engineering sfrutta il potere dell’analisi di genere nel campo della ricerca per renderla più efficace, meno costosa e più creativa. Considerare la dimensione di genere può aggiungere valore alla ricerca e spingerla verso nuove direzioni. La scienza non può più permettersi di essere miope di fronte al genere. ...
Cosa accadrebbe se, nell’educazione dei figli, ci concentrassimo sulle capacità, invece che sul genere? Che cosa accadrebbe se, nell’educazione dei figli, ci concentrassimo sull’interesse, invece che sul genere? […] Io vorrei che tutti cominciassimo a sognare e progettare un mondo diverso. Un mondo più giusto. Un mondo di uomini e donne più felici e più fedeli a se stessi. Ecco da dove ...
Le aziende che vogliono accrescere i profitti dovrebbe aumentare il numero di donne che ricoprono ruoli STEM: questo è ciò che sostiene una recente indagine realizzata da Futurstep. Ciononostante, meno di un terzo degli intervistati (30%) afferma che le proprie organizzazioni richiedono, spesso o sempre, la presenza di almeno una candidata donna nel processo di assunzione di impiegati STEM. Joanne ...